Translate

sabato 22 aprile 2017

COMUNICATO STAMPA: ULTIMO APPELLO PER DISCUTERE IN CONSIGLIO COMUNALE LA PROPOSTA POPOLARE DI DELIBERA SU SMARINO E TERZO VALICO

Clara e Buona, ultimo appello di Legambiente, Pro Natura e Comitato:  il  Consiglio Comunale non snobbi la proposta di deliberazione popolare  per fermare lo smarino del Terzo Valico. 

Neppure l’ultima seduta del Consiglio Comunale, convocata per il 26 aprile 2017, tratterà della proposta di deliberazione popolare ““Terzo Valico: completa trasparenza, e Stop all’utilizzo delle cave di Alessandria per lo smarino”, sottoscritta da 400 cittadini e sostenuta da una petizione firmata da altri 2000. Infatti l’ordine del giorno del Consiglio Comunale, pubblicato all’albo pretorio, non contempla questo provvedimento

Per Legambiente Ovadese, Legambiente Val Lemme, Pro Natura Alessandria e Comitato Alessandria No Amianto dal Terzo Valico, che -fin dallo scorso mese di gennaio- hanno presentato in Comune sia la proposta sia la petizione, è estremamente grave che il Consiglio Comunale ed il suo presidente non si siano assunti la responsabilità politica di portare in discussione entro la fine della legislatura questo importante provvedimento che tocca profondamente la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente. 
Eppure i tempi c’erano tutti.  

Così facendo non solo si scaricano tutti gli oneri su chi verrà dopo, ma si fanno perdere ai cittadini mesi importanti, mesi di nuovi conferimenti e sicuramente di nuovi problemi. 

Davvero la voce dei cittadini conta così poco? I fatti avvenuti presso il sito di Cascina Clara e Buona nel quale si deposita lo smarino del Terzo Valico, dall’alluvione dello scorso novembre, alle misurazioni Arpa delle fibre di amianto nell’acqua di falda, per finire pochi giorni fa col superamento del 100% dei limiti degli schiumogeni nel materiale depositato, hanno purtroppo confermato i timori dei cittadini e richiedono interventi efficaci per porre radicalmente fine alla situazione. 

Il fatto che il Consiglio Comunale non abbia, sinora, ritenuto prioritario trattare il testo proposto non dai partiti politici ma dalle necessità di semplici cittadini che vivono con drammaticità il problema, rappresenta per Legambiente, Pro Natura ed il Comitato una grave mancanza di sensibilità e democraticità. 

Non ci vengano a dire che non saprebbero come fare per impedire il conferimento del pericoloso smarino all’interno del territorio del comune di Alessandria: in tal caso, chiedano al governo di fermare l’opera che, come è sempre più evidente, oltre che inutile e costosa è anche pericolosa. 

Ci chiediamo quando e se mai questo Consiglio abbia discusso una qualche proposta di deliberazione popolare, trattando un’iniziativa partita dal basso. Per trattazione intendiamo il confronto e la discussione in Consiglio, che sono cosa ben diversa dalla sua approvazione, ma che permetterebbero ai cittadini di farsi un’idea chiara delle posizioni dei vari consiglieri e delle diverse forze politiche. 

Eppure il Presidente del Consiglio Comunale e i Capigruppo consiliari potrebbero ancora  inserire d’urgenza la proposta di deliberazione nell’ultimo consiglio.. Se il Consiglio Comunale (consiglieri di maggioranza e minoranza tutti compresi) snobberà la proposta di deliberazione popolare, ai cittadini non resterà che ricordarsene l’undici giugno quando andranno a votare. 

Alessandria, 21 aprile 2017 

Legambiente Val Lemme legambiente.vallemme@tiscali.it 
Legambiente Ovadese e Valle Stura info@ambienteal.it 
Alessandria No Amianto dal Terzo Valico Alnoamiantodalterzovalico@gmail.com 
Pro Natura Alessandria pronaturaal@alice.it 


#FUORIDALTUNNEL