venerdì 4 novembre 2016

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE SUL FIUME SANGRO

In tema di salute dei fiumi e corsi d'acqua, un nostro socio ci segnala questo appuntamento, organizzato dal Centro italiano per la riqualificazione fluviale sul fiume Sangro, in Abruzzo.
Un evento istruttivo da cui trarre qualche lezione, in considerazione della salute dei corsi d'acqua nostrani.


Dal  sito CIRF:



 
18-19 novembre 2016, visita tecnica sugli interventi di riqualificazione del fiume Sangro, Scontrone (AQ).
 
 
 
La storia recente del fiume Sangro costituisce un esempio emblematico di cattiva gestione dei fiumi e del territorio. Nel 1981 iniziò un'opera da trenta miliardi di vecchie lire, finanziata - si motivava all'epoca - per evitare che il fiume straripasse nelle vicine campagne durante i periodi di piena.
 
Da qualche settimana, però, le amministrazioni comunali di Scontrone e Castel di Sangro – in collaborazione con il Servizio del Genio Civile della Regione Abruzzo – hanno avviato un esteso progetto di riqualificazione che punta al ripristino di un assetto fluviale più naturale.
 
L’evento proposto il 18 (dalle 14:00 alle 18:00) e il 19 novembre (dalle 9:30 alle 16:00) prossimi a Scontrone (AQ), si prospetta come occasione di studio e approfondimento del caso Sangro, rappresentando una preziosa occasione per esaminare, a “cantiere aperto”, lo stato di avanzamento di un significativo progetto di riqualificazione fluviale, tra i pochi ad oggi avviati in Italia.
 
Durante l’incontro sarà possibile confrontarsi con la ditta che sta eseguendo i lavori e con i sindaci dei Comuni interessati per conoscere a fondo la storia pregressa di questo tratto di fiume, le specifiche problematiche sorte durante la fase di cantiere e gli obiettivi futuri.
 
Visitando la pagina web dedicata all’evento si possono ricevere notizie aggiuntive.
 
Per raggiungere il luogo dell’iniziativa si possono usare le linee ferroviarie che portano a Isernia o a Sulmona e da lì raggiungere Castel di Sangro in autobus. In alternativa è possibile prendere un autobus da Roma, Napoli o Pescara in direzione di Castel di Sangro. Da qui il CIRF provvederà ai collegamenti fino a Scontrone.
 
Visitando il sito del CIRF a questa pagina è possibile avere maggiori informazioni sui collegamenti e sulla possibilità di pernottamento.
 
Per iscrizioni e ulteriori dettagli si prega di contattare la segreteria CIRF all’indirizzo email info@cirf.org.
 
 


 

Follow by Email