lunedì 10 ottobre 2016

Fiumi piemontesi senz’acqua, Legambiente: “La Regione cancelli deroghe anacronistiche”


La situazione dei bacini idrici piemontesi e valdostani è molto critica a causa della eccessiva captazione d'acqua per uso irriguo e per alimentare le centraline idroelettriche. Ne avevamo già parlato qui , sottolineando che la scomparsa dell'acqua dai fiumi non è dovuta tanto dalla siccità della stagione estiva, quanto dal mancato rispetto delle regole che garantiscono il Deflusso Minimo Vitale e dalla anacronistica deroga al rispetto del DMV, prevista dalla stessa normativa regionale: tale deroga doveva essere temporaneamente applicata ‘nelle more del completamento delle azioni volte al riequilibrio del bilancio idrico’ ma è tuttora in vigore e prevede l'applicazione, 'limitatamente al periodo di massima idroesigenza' , di un DMV ridotto a un terzo del valore calcolato secondo i limiti di legge.

Per tale motivo Legambiente Piemonte e VDA si è rivolta direttamente alla Regione per chiedere la modifica con DGR e DPGR dell'articolo 9 (Deroghe) del Regolamento della Regione Piemonte del 17 luglio 2007, n. 8/R

Riportiamo di seguito il testo della lettera:



Follow by Email