martedì 9 febbraio 2016

ROSSANO ERCOLINI A TORTONA PER SPIEGARE LA "RISORSA" DEI RIFIUTI



Rifiuti, da problema a risorsa

"Una bellissima ed importante lezione di civiltà": con queste parole il M5S commenta la serata di venerdì scorso, 5 febbraio, che ha visto Rossano Ercolini, fondatore del movimento "Rifiuti Zero", parlare dell'importanza di considerare l'immondizia una risorsa, e non un problema.

Il Movimento 5 Stelle di Tortona commenta con soddisfazione la buona riuscita della serata organizzata lo scorso venerdì, 5 febbraio, nella sala Romita del Comune. Cuore della serata, i rifiuti, visti come "risorsa" e non più come "problema". "Si è tenuta una bellissima e importante lezione di civiltà - commentano dal Movimento - e si è spiegato chiaramente per quale ragione gli inceneritori siano una follia, perchè se bruci la spazzatura non la elimini: la trasformi semplicemente in qualcosa di ancora più inquinante, cioè polveri sottili e nano-particelle di sostanze pericolosissime e cancerogene che nessun filtro è in grado di trattenere.  In natura - continuano - nulla si crea e nulla si distrugge: le cose possono solo essere trasformate, ma trasformarle in qualcosa di ancora più nocivo non ha alcun senso. Per questo motivo la strada giusta, l’unica possibile, è quella del riuso, del riciclo e della trasformazione dei rifiuti in prodotti utili, partendo dalla loro accurata differenziazione e da un sistema di raccolta ben organizzato che consenta di ridurre al minimo possibile la quantità di indifferenziata".

Una scelta che consentirebbe, spiegano, anche la creazione di moltissimi posti di lavoro, per esempio nel recupero di “terre rare” e metalli preziosi dai rifiuti elettronici: un settore lavorativo con potenzialità di espansione enormi. Il relatore della serata Rossano Ercolini, fondatore del movimento “Rifiuti zero”, che ha spiegato come tutto ciò si stia già facendo in molte città virtuose, non solo in Italia ma in tutto il mondo. "Lo abbiamo invitato a Tortona - dicono dal Movimento - nel tentativo di risvegliare qualche coscienza su un argomento che è, prima di ogni altra cosa, culturale. Trasformare i rifiuti in risorsa si può, ma è necessario che tutto parta da noi cittadini, dalle nostre case, dal nostro sentire come necessario il differenziare la spazzatura, così come il cercare di produrne il meno possibile". Un dovere anche nei confronti delle nuove generazioni:  il consigliere Danilo Bottiroli, insegnante in una scuola primaria, ha raccontato di come una bambina gli abbia chiesto in quale contenitore andasse gettata la carta plastificata della pizza e di come le abbia suggerito di separare la carta dalla plastica, come si fa con un cerotto: questo è il futuro.

Noi siamo la generazione di mezzo fra quel passato e questa bambina – ha spiegato Bottiroli - una generazione scellerata che è arrivata a mettere in vendita due chiodi in una scatola di plastica e cartone facendoli pagare due euro. Non solo: una generazione così suddita del consumismo da aver prodotto fenomeni allucinanti come l’'obsolescenza programmata', cioè quella cosa che fa si che i nostri elettrodomestici, i nostri computer e i nostri telefoni smettano di funzionare poco dopo la scadenza della garanzia". "È stata una serata molto istruttiva - concludono dal M5S - durante la quale i numerosi cittadini presenti hanno avuto conferma del fatto che, mai come in questo caso, “volere è potere”.  Peccato, davvero peccato, che fossero assenti sia il Sindaco che tutti gli altri membri della Giunta Comunale: l'unico esponente di maggioranza presente è stato infatti il consigliere Castagnello". 
9/02/2016



Follow by Email