sabato 23 gennaio 2016

DUE GARE DI APPALTO PER IL TERZO VALICO SONO STATE SOSPESE A CAUSA DELL'INCOGNITA AMIANTO

Offriamo una panoramica degli articoli pubblicati in questi giorni in merito alla notizia della sospensione delle gare di appalto relative a due importanti lotti, propedeutici alla realizzazione della linea AC.

Ribadiamo quanto già espresso in altre sedi: l'opera è inutile e lo dimostra la mancanza dell'analisi costi-benefici. La sua gestione in regime di salvaguardia della salute dei cittadini e di tutela dell'ambiente è impossibile, data l'immensa quantità di smarino da estrarre e depositare. Il piano cave fa acqua da tutte le parti. Il rischio idrogeologico è altissimo e il Mugello è lì a ricordarcelo. Le percentuali di amianto contenute nelle terre da scavo è tale per cui Cociv stesso sospende le gare di appalto per lo scavo dei due varchi.
Tra l'altro, la trasandatezza con cui è stata gestita la questione amianto è veramente deplorevole: solo a marzo 2014 è uscito il protocollo amianto, evidentemente molto carente, visto quanto sta accadendo
Riteniamo che tutto il sistema di Via / Vas sia da riformare: ci chiediamo a cosa serva la Valutazione di impatto ambientale e quali criteri vengano applicati nel dare il via ad un progetto del genere, senza che sia stato preso in considerazione a priori il rischio amianto, vista la pericolisità per la salute dei cittadini e l'elevata incidenza dei costi che il suo smaltimento comporta.
In un normale paese la Corte dei Conti si pronuncerebbe..

Da Il Fatto Quotidiano

Tav Terzo Valico, sospesi a tempo indeterminato due bandi. Rischio amianto, stop ai lavori

Avanti adagio. Anzi no, stop. La tormentata vicenda dei cantieri del Terzo Valico – tra Liguria e Piemonte – segna un’ulteriore battuta di arresto. I due bandi, rispettivamente dei lotti 3 e 4 a Cravasco (Liguria) e Vallemme (Piemonte) del valore rispettivamente di 245 e 293 milioni di euro (scaduti a luglio e a novembre 2015) sono stati sospesi a tempo indeterminato. Recita un comunicato del Cociv (il Consorzio titolare del maxi appalto): “Entro qualche tempo (in termini di mesi) i lavori saranno ripresi”. Nel frattempo tutto resta in stand by...Leggi tutto


Dal sito Stradeeautostrade 

Terzo Valico, l'amianto blocca le gare Cociv per due maxilotti da oltre 500 milioni


Pubblicato mercoledì 20 gennaio 2016

L'amianto blocca due bandi dell'Alta velocità ferroviaria per il terzo Valico dei Giovi. Il Cociv - Consorzio Collegamenti Integrati Veloci - ha sospeso le gare per il lotto Cravasco (bando del marzo 2015 dal valore di 245 milioni) e il lotto Val Lemme (promosso lo scorso agosto, valore 293 milioni).
«Durante le attività di valutazione delle offerte ricevute per i due lotti - comunica il Consorzio - è emersa, nell'ambito delle attività di scavo della galleria finestra Cravasco, la presenza di rocce amiantifere, il cui campionamento e le cui analisi "Mocf" hanno evidenziato il superamento del limite di contenuto di amianto normativamente previsto, pari a 1000 mg/kg».




Da Il Secolo XIX


Slittano i cantieri 22 gennaio 2016

Terzo Valico, nuovo stop ai lavori
rischio amianto, bloccate due gare


Irene Navaro

Sospese a tempo indeterminato due gare di affido milionarie per la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi. E con queste i prossimi lavori decisivi per aprire la galleria fra Liguria e Piemonte. In “naftalina”, in attesa di definire la questione amianto, ritrovato sopra i limiti di legge nel cantiere genovese sull'appennino. Si tratta di due lotti, a Cravasco e Vallemme (versante piemontese) rispettivamente da 245 milioni e 293 milioni di euro, scaduti nel luglio 2015 e ottobre 2015, in fase di assegnazione. 

Leggi tutto
 

Follow by Email